Istituti Manieri Copernico

Liceo Classico

Liceo Scientifico

CONTATTI
Vienici a trovare quando vuoi, da noi è sempre Open Day!

0677208032/0677208062

info@maniericopernico.it

centrostudimanieri@pec.it

via Faleria 21 - 00183 Roma

CF 01371770585 - P.IVA 03633741008

Top

5 cose da sapere – Facoltà di Economia e Commercio

5 cose da sapere – Facoltà di Economia e Commercio

Facoltà di Ecnomia e Commercio

Economia e Commercio è una delle facoltà con il più alto tasso di occupazione. In un mondo sempre più globalizzato, basato sui numeri, sui conteggi, sui mercati azionari, il ruolo del laureato in economia e commercio è sempre di grande importanza. Ma, come per tutte le lauree, non è tutto oro quello che luccica.

La facoltà

Se hai fatto il liceo scientifico, ragioniera economia e commercio può essere una soluzione intelligente; una base di matematica solida è un trampolino di lancio necessario per affrontare questo percorso di studi davvero impegnativo.

Il ramo

Scegliere una specializzazione è cosa difficile in tutte le facoltà, così come per Economia e Commercio. Se si è appassionati di finanza, di mercati azionari la specializzazione in Assicurazioni e mercati finanziari può essere sicuramente un indirizzo molto redditizio. Ci si troverà a gestire il portafoglio di molti clienti, trasformandosi in veri e propri “gestori del patrimonio” in grado di trasformare 1 in 1000!

Un buon esperto di mercati finanziari deve avere un occhio sempre vigile anche alle situazioni sociali, politiche ed economiche dei singoli stati, deve avere un occhio vigile sulla politica, e deve avere capacità di rispondere prima della domanda. Deve inoltre possedere una forte carica persuasiva (in questo caso è utile e formativo il film The Wolf of Wall Street – ma attenzione, nel film si parla di una truffa!-) e un’innata capacità di leggere i grafici.

Il laureato in economia e commercio, naturalmente, può anche non vivere tra la City e Milano, ma può lavorare anche in un’azienda come consulente commerciale, direttore commerciale, direttore vendite occupandosi di tutti gli aspetti gestionali di una società.

Il guadagno

Ovviamente il posto fisso, questo sconosciuto, è l’obiettivo principale e lo stipendio è commisurato all’azienda per cui si lavora. Nel caso di libera professionale come consulente finanziario gli stipendi possono essere davvero molto alti e variano in base alla percentuale sul guadagnato durante la gestione del portafoglio del singolo cliente. Esistono anche figure presenti nelle banche in grado di offrire consulenze specialistiche al cliente che decide di aprire una polizza presso la filiale per cui lavori: in alcuni casi si parla di provvigione. In linea di massima, il laureato in economia e commercio ha buone possibilità di trovare (o di crearsi) un’occupazione in tempi ragionevoli. Non siamo qui a vendere fumo ovviamente, ma se si vuole scegliere una facoltà in grado di offrire un impatto assoluto col mondo del lavoro, economia è senza dubbio la scelta giusta.

Cosa si studia

Matematica, matematica e ancora matematica. Se hai odio per i numeri, statistiche, andamenti, trend, istogrammi, diagrammi….beh, scappa correndo! Microeconomia, Macroeconomia sono ovviamente materie ostiche ma necessarie, sicuramente molto pratiche e poco teoriche dato che tutti i giorni abbiamo a che fare con sistemi micro e macro, con domanda e offerta, con plusvalenza, con ricavi ecc…

Le prospettive

Le prospettive sono senza dubbio ottime: abbiamo già accennato al ruolo del consulente finanziario, del “family banker” o del direttore commerciale, ma se si vuole lavorare in autonomia con tutti i rischi del caso abbiamo la cara e vecchia libera professione con partita iva annessa.

Ti puoi collocare anche in un CAF, puoi occuparti della gestione contabile di piccole e medie aziende (le grandi aziende hanno i contabili al loro interno), insomma…anche in questo caso puoi muoverti in più direzioni!

Ovviamente non dimentichiamo mai l’esame di abilitazione alla professione e l’iscrizione all’albo!