Istituti Manieri Copernico

Liceo Classico

Liceo Scientifico

CONTATTI
Vienici a trovare quando vuoi, da noi è sempre Open Day!

0677208032/0677208062

info@maniericopernico.it

centrostudimanieri@pec.it

via Faleria 21 - 00183 Roma

CF 01371770585 - P.IVA 03633741008

Top

5 cose da sapere – Facoltà di Medicina

5 cose da sapere – Facoltà di Medicina

5 cose da sapere - Facoltà di Medicina

Ti vuoi trasformare in un novello Dr House magari più buono ma altrettanto capace? Inutile dire che vestire il camice bianco deve essere il tuo obiettivo principale: ma attenzione, si guadagna bene ma per diventare medico il percorso è in salita dall’inizio..

1) Test di ammissione

Esso è il primo ostacolo da superare: ormai molte facoltà hanno deciso di mettere questa discutibile barriera prima di accedere al primo anno di facoltà. La preparazione al testo è lunga, difficile, ma se si esce da un liceo scientifico può essere di gran lunga agevolata dato che le materie oggetto del test sono le stesse che abbiamo trovato nei cinque anni liceali.

2) Avere “fegato”

Può sembrare una battuta ma…Esiste anche un altro test di ammissione, diciamo, non scritto: il primo incontro con sangue, organi ecc…si dice che gran parte degli studenti, alcuni molto bravi e capaci, abbandonino non appena si prende tra le mani un rene. Detto così è rivoltante ma è ciò che uno studente dovrà affrontare prima o poi nel suo percorso formativo. Quindi avere sangue freddo, self control e anche una buona dose di coraggio e resistenza è fondamentale.

3) Sbocchi lavorativi

L’Italia, si sa, è un paese di santi, poeti, trasmigatori e…di medici…iscritti all’albo FNOMCEO ce ne sono circa 380 mila su una popolazione di circa 58 milioni di cittadini: un dato davvero incredibile, tanto più se consideriamo l’idea del medico condotto dove la concorrenza è spietata e vige, ormai, da anni l’obbligo a non avere più di 2000 “mutuati” come si diceva una volta. Esiste anche in questo caso la libera professione che, data la vastità della materia, affronteremo nel punto 5.

4) Quanto si guadagna?

Tanto…ricordiamo che il medico condotto prende una quota per ogni paziente in proporzione al numero dei propri iscritti. Un medico con 1500 pazienti può portare a casa tra i 100 e i 135 mila euro l’anno con un vantaggio non da poco…se è vero che la prescrizione di un farmaco è sempre un atto medico di grande responsabilità, difficilmente il medico di base si assume la responsabilità di effettuare diagnosi che esulano dal proprio terreno di competenza, ma sicuramente è di grande importanza per avere indicazioni utili anche a livello specialistico.

5) La libera professione

La libera professione nel campo medico può davvero essere una svolta economica e lavorativa senza pari. La chirurgia bariatrica ed estetica negli ultimi anni hanno letteralmente gonfiato le tasche di molti specialisti. Le decine di specializzazioni proposte dall’attuale piano di formazione consentono tutte un buon collocamento nel giro di poco tempo dal conseguimento della laurea. Prima di scegliere il proprio ramo è bene fare una ricerca di marketing per cercare di essere sulla piazza nel modo più consapevole possibile, senza seguire eccessivamente la moda a meno che non coincida con la propria passione.

Piccola parentesi sui dentisti e veterinari: essi hanno un percorso di studi a se stante ma è importante fare alcune considerazioni. Essere un dentista vuol dire avere successo nelle proprie mani, soprattutto in questo momento storico in cui tutti siamo attenti al pelo fuori posto. Quindi pensare anche ad un percorso di studi come dentista o igienista è sicuramente una via molto interessante. Il veterinario è un’altra figura molto ricercata dato che gli animali sono davvero parte della nostra vita alla stregua di genitori e figli…

In conclusione

Avere a che fare con la sofferenza quotidiana soprattutto quando si parla di bambini è difficile, molto difficile ma appagante allo stesso tempo. Ricordiamo anche qui l’importanza dell’iscrizione all’albo provinciale di appartenenza condizione fondamentale per esercitare la professione medica. L’impegno da metterci è davvero notevole ci vuole del fegato, ricordatelo!